Aggiornamento riguardo la Crisi Damasco-Ankara

Si moltiplicano in queste ore gli sforzi per recuperare i piloti turchi dispersi a 10 km dalla costa siriana. Quello che dapprima poteva sembrare un banale incidente sta rivelandosi una trappola diplomatica.
Più di 300 chilometri separano il confine dalla zona d’abbattimento dell’ RF-4 Phantom II. Questa distanza prevede che i piloti fossero ben a conoscienza della loro destinazione e che il volo non fosse di routine, rendendo vane le giustificazioni diplomatiche turche. L’invio deliberato di unità aeree sarà probabilmente la prima causa della sparizione dei due piloti.

Secondo fonti israeliane  pare che l’abbattimento sia stato effettuato da batterie antiaeree Pantsyr-1 di fabbricazione russa, rendendo evidenti le falle dei sistemi d’arma venduti da Israele alla Turchia in base agli accordi in vigore sino al  2010.

Proprio nel 2010 avvenne la rottura dei rapporti d’intelligence e militari tra le due nazioni a causa della controversia della “Mavi Marmara”, nave che forzò il blocco israeliano a Gaza e fu abbordata delle forze speciali che uccisero 9 presunti attivisti turchi.
I caccia RF-4 farebbero parte di un pacchetto di armi acquistato dalla Turchia ma a mancare all’appello sarebbero state proprio le contromisure adatte per rispondere ai nuovi modelli di armi antiaeree russe. L’annullamento degli accordi militari è dunque la seconda causa principale di questa “sciagura” secondo Israele.
Le armi russe pare siano state acquistate dal regime siriano nel 2008,a seguito del riposizionamento strategico dovuto alla minaccia dello scudo missilistico americano in Polonia. Minaccia mai più discussa nonostante i tentativi di Mosca nel discuterne le implicazioni e le conseguenze.

Invadere uno stato sovrano con due jet oltre la velocità del suono non è contemplato tra le regole di buona vicinanza tra stati, sicuramente oltre la tragedia è intravedibile un forte avvertimento da Damasco:
Non saranno tollerate ulteriori intromissioni negli affari regionali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...